sabato 15 novembre 2014

LA CAPOLISTA CHE NON TI ASPETTI


La scalata al vertice del Gavignano, Cerbara: “Stiamo facendo qualcosa di inatteso”


Nella serrata lotta per il primato del girone C di Serie C2 sta emergendo a sorpresa una formazione: è la Vis Gavignano del player-manager Mario Cerbara, che dopo sette giornate di campionato può fregiarsi del titolo di capolista solitaria e guardare dall’alto verso basso squadre decisamente più navigate nella categoria come la Vigor Perconti, prossimo avversario dei rossoblù.

Mario, come nasce la realtà del Gavignano?
“La prima esperienza della squadra risale alla disputa del campionato CSI, poi nella scorsa stagione ci siamo avvicinati ai campionati federali riuscendo a vincere un girone difficilissimo al termine di una lotta serrata: abbiamo conquistato la promozione grazie ad una serie di 14 vittorie consecutive chiudendo con un punto di vantaggio sullo Sporting La Rustica. La squadra è composta quasi interamente da ragazzi di Gavignano, quest’anno siamo ripartiti con lo stesso gruppo aggiungendo alla rosa anche Palombi e Caso, ex giocatori del Colleferro, ed altri due giovani”.

Avete raggiunto la vetta della C2 in appena sette gare: qual è l’obiettivo stagionale?
“Siamo partiti per raggiungere la salvezza e sinceramente finora abbiamo realizzato qualcosa di inatteso: non abbiamo ancora incontrato le big del girone e dobbiamo ragionare partita dopo partita. Siamo attesi da un periodo difficile nel quale affronteremo tutte le grandi: conosciamo il nostro valore ma non abbiamo ancora avuto un confronto diretto con le favorite per la vittoria finale”.

Il girone C vive sul filo dell’equilibrio: qual è l’avversaria più temibile?
“Posso giudicare con sufficiente precisione solamente il Frosinone, che abbiamo già sfidato alla prima giornata raccogliendo un punto: con loro abbiamo giocato alla pari, in ogni caso i valori non erano ancora computabili al 100% trattandosi del match d’esordio. Credo che le avversarie più difficili siano la Cisco Roma, una formazione ricca di giovani validi, e la Vigor Perconti, che schiera elementi con grande esperienza nella categoria”.

In Coppa Lazio è arrivata una sconfitta di misura con l’Easy Med: cosa ti aspetti dalla sfida con la Vigor Perconti?
“Martedì sera siamo stati battuti nel finale di un match dal punteggio altalenante: abbiamo sofferto le ristrette dimensioni del campo avversario e ritengo che al ritorno avremo molte possibilità di ribaltare il risultato. Sicuramente non andremo a Colli Aniene per fare le vittime sacrificali: sappiamo che sarà un match molto duro ma vogliamo giocare le nostre carte anche contro la Vigor”.


C5live