lunedì 6 febbraio 2017

Storia di leoni, cani e altre creature bibliche.


Nei racconti biblici, che conosciamo fin da bambini, abbiamo imparato la storia di come Davide riesce a sconfiggere il gigante Golia, ma questa è un’altra storia.
Primo perché  non consideriamo la Polisportiva Forte, seppur un’ottima squadra, un Golia e tanto meno noi della Vis Gavignano 5 ci sentiamo un Davide. Nonostante qualcuno nei “piani alti ” della società dei “Leoni” colleferrini, ci consideri una squadra modesta e di “cani”, abbiamo dimostrato sul campo, e nello sport è quello che conta, come una squadra “modesta” può sconfiggere due volte su due la squadra dei “campioni”. La nostra visione di sport, quello con la “esse” maiuscola, forse è un po’ diversa da quella che hanno nella tanto osannata società colleferrina. Noi crediamo ancora nei valori dello sport fatti di sano agonismo e di rispetto verso le squadre avversarie e non ci permetteremmo mai di offendere e deridere i nostri avversari, ancor prima di giocarci la partita sul campo. Il “GaviChe?” pubblicato sui social network da qualcuno facente parte dei “Leoni” colleferrini è risultato abbastanza offensivo nei confronti di una società e di una squadra che negli ultimi anni è diventata una realtà consolidata del Futsal regionale. Senza dimenticare che nel giro di tre anni siamo passati dal campionato provinciale di C.S.I alla serie C1, guadagnando tutto sul campo e non con ripescaggi come successo a qualcun altro.
Avremmo voluto evitare di scrivere ma sinceramente, essere etichettati come squadra “modesta” e soprattutto essere definiti dei ”cani”, ci ha indisposto parecchio e non potevamo lasciarla passare, perché noi pretendiamo rispetto, come società come squadra e come popolazione.
Per chiudere , “GaviChe” ha vinto sia la partita di andata che quella di ritorno, augura ai “Leoni” un buon proseguimento di campionato.


Analisi tecnica del mister Gabrielli:


Sapevamo l'importanza e le difficoltà che avremmo avuto in questa partita affrontando una della squadre più organizzate, sia a livello tecnico che tattico, del girone.
Siamo partiti un po, diciamo, con il freno a mano tirato, subendo il loro possesso palla e sventato più di qualche pericolo grazie alle parate di un grande Stefano Latini.
Siamo passati svantaggio per una nostra incomprensione in fase difensiva e dopo circa 10 minuti eravamo sotto di 2 gol.
Anche il loro raddoppio è nato da un nostro errore su una ripartenza, 3 vs 1, non portata a termine e sul capovolgimento di fronte, loro, molto più cinici, hanno raddoppiato.
Poi comunque come tutti sanno, in questo sport non puoi rilassarti un secondo e passata la loro vivacità iniziale, con qualche aggiustamento a livello tattico e tutta l'esperienza di giocatori come Mario Cerbara, anche se infortunato, ed Augusto Palombi siamo riusciti ad accorciare le distanze con un gran destro di Fabrizio Sinibaldi ben servito dal gemello Alessio e siamo andati al riposo sul 2 a 1.
Il secondo tempo poi tutta un'altra musica.
Limitate le individualità di Maike Guerra e le imbucate su Montesanti e Colaceci, ben marcati da Marco Ercoli, uno dei migliori in campo, le giocate della Forte Colleferro erano diventate prevedibili e molto meno pericolose.
Da un tiro su un fallo laterale è nato il gol pareggio, sempre con Fabrizio Sinibaldi, che poi si ripete con la tripletta personale portandoci sul 3 a 2 nato da una ripartenza su un anticipo dello scatenato Marco Ercoli.
Il gol che chiude la partita porta la firma di Gabriele Ceccaroni, autore di una gara impeccabile e rimasto in campo per 40 minuti effettivi.
Il risultato finale è di 4 a 2, con Angelo Rossi che para tutto quello che c'è da parare ed anche qualcosa in più.
Volevo comunque fare i complimenti alla Forte Colleferro ma soprattutto ai miei giocatori che con molto sacrificio, molta determinazione e molta ma molta umiltà hanno saputo reagire e portare a casa il risultato.
Solo una grande squadra riesce a ribaltare il risultato contro una squadra di assoluto livello e questo è quello che meritano questi ragazzi.
Ora andiamo aventi partita per partita tenendo comunque sempre un occhio alla zona play out.